Il 13-14 Settembre, a Lugo di Grezzana (VR), si è disputata l’unica gara di Enduro sul territorio Veronese (speriamo ancora per poco). La gara è organizzata come Fuorisella, progetto “contenitore” che cerca di riunire varie società Veronesi e attualmente ne fanno parte a pieno titolo Teste di Marmo, KM Sport e Raccoon Riders.

In questo articolo volevo andare oltre il singolo racconto della gara (per il report fate riferimento a questo link). Il discorso che sto per fare è un discorso generale quindi non sentitevi presi in causa per forza. Per fortuna non siamo tutti uguali ed i discorsi che sto per fare potrebbero non riguardarvi. Inizio subito dicendo che di gare in giro per l’Italia ne ho viste tante, dalle XC alle DH (togliamo le gare duathlon dell’XC Running 🙂 ), ma organizzata bene come la E Ben Sa Ghe veramente poche, lo spirito che c’è in questa gara non si trova in nessun altro posto.
O meglio, gente che organizza solo per pura passione ce n’è sempre meno, i costi aumentano e quindi molti di questi stanno mollando la presa.

Simpatico siparietto con Davide Sottocornola che ci fa una foto durante la E Ben Sa Ghe Enduro

A 20€ abbiamo proposto 2 giorni di gara con la possibilità di dormire a prezzo 0 nel polifunzionale di Lugo, proprio di fronte alla zona partenza/arrivo. Ma il mio ragionamento va oltre al prezzo dell’iscrizione perchè sono a conoscenza che organizzare una gara FCI ha altri costi (piuttosto di non organizzare come fanno molti preferisco organizzare in questa maniera non dovendo aumentare l’iscrizione a 50€ per via di svariate tasse, in pieno stile Italico). Ma sta di fatto che il nostro prezzo è bassissimo ed è demoralizzante constatare che i Veronesi snobbino la manifestazione con grande nonchalance. Nella settimana precedente la gara, finita la tabellatura del percorso, si trovano flotte e flotte di bikers che provano il percorso ma poi il giorno della gara… dispersi! (sfruttando anche un po’ il lavoro delle Teste di Marmo che sono eccezionali visto che tengono sempre puliti i sentieri tutto l’anno, togliendo veri e propri alberi dai sentieri e aprendo il tutto dalla vegetazione. Per la cronaca prima della gara ci sono stati ritrovi settimanali per riaprire sentieri oramai coperti dalla vegetazione). Se si tratta di ‘Frontisti’ ok, ci può stare, perchè quest’anno abbiamo messo (giustamente) molti obblighi in fatto di protezioni (integrale, ginocchiera e paraschiena) e quindi molto hanno desistito per questo motivo ma i pseudo-enduristi o quelli che vanno in Park dove sono? Una gara del genere la dovrebbero cercare con 4 cerchi rossi essendo l’unica a Verona.

Alle prime edizioni si fa sempre fatica e per noi non è bello vedere che molti degli iscritti arrivino da fuori provincia (o addirittura fuori regione), elogiandoci poi la gara e riferendo come sia una delle migliori manifestazioni a cui abbiano preso parte.


Podio assoluto della 2^ E Ben Sa Ghe Enduro

Questo dei Veronesi è un tema scottante che era tornato in auge il giorno dell’XC di Velo Veronese (2013) organizzato dal buon Luca Poltronieri. Li c’erano ben 250 partenti (facendo parte del Veneto Cup) ma i Veronesi al via non so se toccavano le 5 unità, considerando che tra i 5 c’eravamo io e Andreis, 2 Elite. E questo fu l’apice: infatti dall’anno successivo le gare XC sono definitivamente morte e nessuno ha provato più a mettersi in gioco.
Sicuramente la E Ben Sa Ghe è destinata a diventare un grande appuntamento ed in futuro arriveranno anche i biker Veronesi (più tardi che mai) anche se non gli do tutti i torti visto che c’è da dire che la mentalità è ancora acerba e la tecnica dell’amatore medio è bassa, nonostante di norma non senta il bisogno di fare un corso di Mountain Bike. Basta veramente poco per migliorarsi, basta crederci. Anche con una front si possono fare grandi cose, ammesso che abbassiate quella sella 🙂

Gruppo Fuorisella al completo!

Dopo queste frecciatine molto polemiche (tranquilli, la mia situazione di vita in generale è molto soddisfacente, non sono in un periodo acido, vorrei solo capire le motivazioni che stanno dietro a questi atteggiamenti) torniamo in clima ‘default’ omaggiando il gruppo di lavoro che ha lavorato alla E Ben Sa Ghe Enduro: uno staff eccezionale dove ognuno aveva il suo compito e lo svolgeva alla grande, un gusto organizzare così. Il Team Fuorisella è composto da persone vecchio stampo che sono pronte a dare una mano senza per forza avere qualcosa in cambio. E poi è un onore far parte di questo gruppo perchè si trovano rider in gamba, o meglio tutti hanno avuto la “modestia” (non mi viene il termine esatto) di prendere parte ad almeno un corso di MTB migliorando subito a vista d’occhio! Infatti è proprio per questo che nel Team Fuorisella, secondo la mia opinione, ci sono molti rider sopra la media: perchè hanno affinato la loro tecnica invece di concentrarsi a comprare una puleggia ceramica o un set di ruote più leggere. Tutti sono in grado di partecipare ad una gara di Enduro o ad uscire in MTB in tutta sicurezza, cosa che in molti non possono dire (andare forte in discesa non vuol dire per forza rischiare).


Davide Sottocornola in azione durante il prologo serale del Sabato nelle vie cittadine di Lugo

Ora vi lascio ad un video riferito alla E Ben Sa Ghe con il nostro reporter d’assalto Isacco che intervista alcuni degli enduristi in gara… che personaggio e che personaggi! Alla fine 60 iscritti su 2 giorni di gara quindi comunque è un risultato che ci soddisfa sapendo che si può solo che migliorare (avendo già idee rivoluzionarie per il prossimo anno)! Qui si vede il clima che si respira, è Un vero gusto gareggiare così, sempre se di gara si vuol parlare vista l’aria rilassata che si respira prima e dopo (logico che durante la PS un po’ di tensione c’è).
NB: Il video è stato girato da Isacco Igio, noto rider di Lugo, io ho solo preso i suoi frammenti e montati assieme. Buona visione!

Tutte le info (foto, video e classifiche) al sito ufficiale mentre per rimanere costantemente aggiornate sulle attività di Fuorisella MTB, ecco il link alla pagina facebook: https://www.facebook.com/fuorisellamtbschool.