Il Fuorisella Festival ha portato la grande MTB a Lugo di Grezzana con bici top da poter provare e un Andrea Bruno mescolato tra i biker (ex nazionale 4x e campione Italiano Enduro 2010). Noi di Fuorisella ci siamo dati da fare per proporre un grande evento e posso dire che si siamo riusciti. Il Festival è servito anche per cercare di oltrepassare i nostri limiti, non solo in bici…

Per il report completo del Fuorisella Festival vi lascio a questo link visto che qui vorrei raccontarvi i retroscena del Festival (non proprio tutti). Questa volta ho lasciato telecamera e annessi a casa visto che ero già abbastanza impegnato a distribuire bici ed occuparmi della “segreteria”.

Cominciamo da Hannibal, re del Pistin (alcuni lo ricordano vestito da Sub), il quale può incutere timore ad una prima occhiata, specie quando si presenta alle persone come ‘Hannibal’ (molti non conoscono ancora il suo vero nome). Il suo insediamento a Lugo per 3 giorni ha dell’incredibile e non ci è pervenuta nessuna prenotazione di B&B e Hotel a suo nome nei dintorni…mah…

hannibalHannibal si mette in posa

Il Sabato si è poi svolto il Fuorisella Party, festa dove era consigliato un gadget enduro, quindi chi si è presentato con il Neck Brace, chi con gli occhiali e chi con le gomitiere. La festa poi ha preso un andazzo molto underground e qui si fermano i commenti (se andate da Mr Willy e vedete un manubrio da bici appeso al muro capirete il perchè).

partyFuorisella Party: qui si era solo all’aperitivo

mezzEffetti del Fuorisella Party

Io ho tenuto un profilo abbastanza basso durante il Party (anche perché ero “impegnato” ad un corso del Fuorisella Festival) e alla fine di esso, con gente stralunata che andava a casa, ho ricevuto dei messaggi che mi hanno portato a tirare tardi in una disco a Verona.

Dopo una bella dormita stimata in 1h30′ eccomi ad allestire il giorno dopo l’Area Expo anche se la mancanza di riflessi si è fatta subito sentire: in sella ad una bici test ne portavo un’altra a fianco tenendola per il manubrio ma, per motivi ancora sconosciuti, mi sono trovato l’altra bici sotto la mia e sono saltato giù oltre il manubrio in piedi (grande gesto atletico che ricorda un po’ questo) con le bici che si sono incastrate tra di loro. In lontananza vedevo Andrea Bruno che mi guardava esterrefatto, forse non molto soddisfatto del gesto atletico visto che le bici erano sue.

aitorrPoi tutto è filato liscio ma ho preferito non avventurarmi in giro con la bici (saggia decisione) e finire la giornata senza rischi… questo è il FUORISELLA FESTIVAL dove ogni cosa è possibile! Infatti anche i ‘Cross Cauntristi’ sono potuti diventare enduristi!

Se la Domenica mi avete visto così ora sapete il motivo.